Il lupo a guardia del gregge

▇ L'avete letta anche voi, stamattina su quasi tutti i giornali. L'uomo che non deve chiedere mai — avendo quelli che lo circondano ai suoi piedi — in realtà è 'l'uomo che paga tutti'. Stando alle novità di giornata, il suo ragioniere personale, Giuseppe Spinelli, avrebbe versato diciassette milioni di euro in diciotto mesi a destinatari vari. Per lo più «destinatarie». Malcontato, un milione al mese, tra gennaio 2007 e giugno 2008. Tutti in contanti.
Capito perché abolì la tracciabilità dei pagamenti appena rimise piede a Palazzo Chigi tre anni e mezzo fa? Nel febbraio del 2010 tuonò ancora: «La tracciabilità è una misura da Stato di polizia tributaria». Questa del contante è un'abitudine che Berlusconi condivide, in verità, col suo acerrimo nemico del momento, il ministro all'evasione fiscale. «E la vecchietta che non ha la carta di credito e non può comprarsi le scarpe da 100 euro»? aggiunse Tremonti in un epico dibattito ad Annozero. In contanti, lui si fa pagare addirittura lo stipendio dalla Camera. E cash pagava la pigione in nero (mille euro a settimana) al suo consulente politico con la Bentley, Marco Milanese, ex ufficiale della Finanza premiato con un seggio in parlamento: splendida coppia.
Quando si dice «il lupo a guardia del gregge».
(venerdì 28 ottobre 2011)


Nessun commento:

Posta un commento