Pizzeria Google



Le cronache dei giorni scorsi ci hanno raccontato la grande spiata dell’amministrazione Obama. Anche senza “BigData” la nostra vita è già sotto controllo. Pensate di no?

Via mail mi è arrivato il racconto di questa telefonata immaginaria. Immaginaria o in anticipo sui tempi? Buona lettura. — (i.s.)
____

- Pronto, pizzeria Google buonasera…
- Pizzeria cosa?
- Pizzeria Google, signore. Cosa vuole ordinare?
- Ma questo non era il numero della pizzeria Gino?
- Sì signore, ma Google ha comprato la pizzeria e ora il servizio è più completo.
- Va beh, posso ordinare?
- Certo signor Rossi. Vuole la solita pizza?
- La solita pizza, ma lei sa mio nome? Lei mi conosce?
- È per l’identificatore di chiamate; controllando il suo numero di telefono, le ultime 17 volte che ha ordinato una pizza ha chiesto quella ai quattro formaggi.
- Non me lo sarei mai immaginato… voglio proprio la quattro formaggi!
- Signore, posso darle un suggerimento?
- Certo! Avete una nuova pizza nel menù?
- No signore, il menu non è diverso da prima, ma mi permetterei di suggerirle una pizza alla ricotta e rucola.
- Ricotta?!! Rucola?!! Nooooo! Io odio queste cose.
- Ma signore, è una cosa buona per la sua salute, anche perché il suo colesterolo non va così bene.
- Cosa?!!
- Abbiamo l’informazione dal laboratorio dove ha fatto le sue analisi; incrociando il suo nome e il suo telefono, possiamo vedere il livello del colesterolo…
- Non voglio una pizza così, anche perché prendo la mia medicina per il colesterolo e posso mangiare quello che voglio.
- Signore, mi dispiace ma lei non ha preso la sua medicina ultimamente.
- Come lo sa? ma lei mi sta guardando tutto il tempo?!
- Abbiamo accesso ai dati di tutte le farmacie della città. L’ultima volta che ha comprato la sua medicina è stato tre mesi fa, e la scatola contiene solo trenta compresse.
- È vero, porca tr…, ma lei come lo sa?
- Per la sua carta di credito…
- Cosaaaaa?!!
- Lei compra sempre la sua medicina nella farmacia Sori che le fa degli sconti se paga con la carta di credito della banca Bank. Grazie ai dati che abbiamo nel nostro data base sui suoi movimenti con la carta di credito, sappiamo che da tre mesi lei non ha comprato niente in questa farmacia. Ma l’ha utilizzata in altri negozi, questo vuol dire che non l’ha persa.
- E se avessi pagato in contante in farmacia?? Cosa mi dici ora??
- Lei  paga 800 euro in contante alla sua domestica tutti i mesi, e il resto delle spese le fa con la carta di credito.
- Come sa quanto pago la domestica??
- Lei paga i contributi e le tasse.
- Ma vai a c…..!!
- Signore mi dispiace, ma è tutto nello schermo. Ho il dovere di aiutarla.  Credo che lei dovrebbe chiedere un appuntamento con il suo dottore, giacché a quello scorso lei non è andato e portargli i risultati delle analisi. Così le può cambiare i farmaci.
- Senti caro, sono stanco, non ce la faccio più, sono stufo di internet, del pc, del XXI secolo, della mancanza di privacy, dei data base, di questo paese e di tutti voi!!!!
- Ma, signore…
- Stai zitto!!! Me ne vado lontano da qui. In un paese dove non ci sia internet, né computer, né telefono, né gente che mi controlla!!!
- Ho capito…
- Userò la mia carta di credito l’ultima volta per comprare un biglietto aereo e andarmene via il più lontano possibile!!
- Va bene, signor Rossi.
- Puoi cancellare la mia pizza!!
- Nessun problema, già cancellata. Solo un’ultima cosa.
- Cosa vuoi?!!!
- Ha il passaporto scaduto…
■ (martedì 18 giugno 2013)
[credit, foto Ansa]


Nessun commento:

Posta un commento