L'Eni, il petrolio e l'acqua lucana

 STOP AL CENTRO OLIO IN VAL D'AGRI, IL VIDEO. La fuoriuscita di idrocarburi policiclici aromatici ferro e manganese, finiti nelle falde acquifere attorno a Viggiano (Potenza), ha provocato la chiusura del Cova. Il Centro Olio della Val d'Agri è un impianto strategico dell'Eni che lavora fino a 70 mila barili di greggio al giorno estratto dal più grande giacimento di petrolio sulla terra ferma dell'Europa Occidentale. A rischio l'invaso del Pertusillo, il bacino idrico che alimenta gli acquedotti di Puglia, Calabria e Lucania, ad appena un chilometro e ottocento metri dal Cova. 

Manganese, ferro e idrocarburi policiclici aromatici erano stati trovati nelle settimane scorse in «quantità molto cospicue» dai tecnici dell'Arpab, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente in Basilicata. E la Giunta lucana imputa all'Eni «ritardi e inadempienze» nell'esecuzione delle prescrizioni fissate in precedenza per la sicurezza dei serbatoi che contengono le acque di lavorazione del greggio. Metalli pesanti e idrocarburi sono finiti così nei terreni circostanti. Dal venerdì santo, il sindaco di Grumento ha proibito l'uso di foraggi e pozzi idrici a valle dello stabilimento. 

La professoressa Albina Colella, geologa dell'Università della Basilicata, ricorda al mio microfono come già nel 2012 la sua équipe aveva rilevato fino a 6458 microgrammi per litro di idrocarburi totali nelle acque del Pertusillo, 32 volte superiori ai limiti di legge fissati a 200 microgrammi/litro. Un anno prima erano stati i tecnici dell'Arpab a trovarne 3140 microgrammi per litro in un campione d'acqua del Pertusillo e 1530 in un altro, tra 7 e 15 volte superiori ai limiti consentiti. 

In una nota l'Eni sottolinea come «nell'area attorno al Centro Olio della Val d'Agri esiste un sistema di monitoraggio unico nel suo genere» per quantità di prelievi e tecnologie innovative impiegate. Una rete di controllo con ben 8 punti di campionamento per chilometro quadrato: evidentemente, non è bastata ad evitare la fuoriuscita di metalli e idrocarburi dalle aree di lavorazione. 

Il mio servizio trasmesso martedì 18 aprile da Tgr Leonardo su Rai 3 è a 3'57" del link. Buona visione a chi non l'ha visto in onda.

Tgr Leonardo

■ (mercoledì 19 aprile 2017)


Nessun commento:

Posta un commento