Agenda

Sabato 17 marzo da Paola a Tropea, in Calabria. I depuratori che non funzionano, i lavoratori che non prendono lo stipendio. In mezzo i comuni che non pagano i gestori o non riscuotono le bollette, e la Regione che stanzia i soldi per fronteggiare l'emergenza e nessuno si fa avanti per spenderli. Tra inchieste della magistratura e allarmi degli ambientalisti. Il reportage in onda su Rai 3 "Ambiente Italia" tra le 12.55 e le 13.55.
♢ ♢ ♢ 
Sabato 10 marzo da Gioia Tauro. Il rigassificatore deliberato dal ministro Passera ha messo sul piede di guerra tutti i sindaci della Piana. Quando fu svolto il processo decisionale tutti i Consigli comunali erano sciolti per infiltrazione mafiosa. Oggi chiedono di dire la loro e si preparano a dare battaglia. La società costruttrice promette benefici per lil territorio, gli agricoltori temono l'ennesimo buco nell'acqua. L'inchiesta in onda su Rai 3 "Ambiente Italia" tra le 12.55 e le 13.55.
♢ ♢ ♢
Sabato 3 marzo dalla Valle di Susa. Il progetto del supertreno veloce e la lotta dei No Tav, tra la bassa valle in rivolta e l'alta valle preoccupata per il turismo. Le ragioni del Sì e quelle del No, i sindaci sulle barricate e quelli che subiscono insulti e minacce. In mezzo il raddoppio del tunnel autostradale da scavare nella stessa montagna, nella distrazione generale, senza proteste e opposizioni. Il reportage in onda su Rai 3 "Ambiente Italia" tra le 12.55 e le 13.55.
♢ ♢ ♢ 
Sabato 25 febbraio dalla Sicilia. La viticoltura sostenibile, per contenere i consumi idrici, di energia e fitofarmaci nell'esperienza di grandi vini e cooperative di produttori: da "Donnafugata" a "Planeta" a "Settesoli". Nel triangolo del vino, tra le province di Palermo, Agrigento e Trapani, parlano vigneron, agronomi ed esperti di energie rinnovabili. Il reportage in onda su Rai 3 "Ambiente Italia" tra le 12.55 e le 13.55.
♢ ♢ ♢
Sabato 18 febbraio dall'Isola del Giglio. Svuotati i primi cinque serbatoi di carburante della Concordia, c'è apprensione per il possibile cedimento di uno dei due scogli su cui poggiano le 114 mila tonnellate del transatlantico naufragato il 13 gennaio scorso. I ricercatori dell'Ispra (l'Istituto superiore per la ricerca ambientale) ha documentato le deformazioni dello scafo e la frattura nel granito. L'inchiesta in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia". 
♢ ♢ ♢
Sabato 11 febbraio in Piazza del Popolo a Roma, per raccontare la capitale andata in tilt per la nevicata della settimana scorsa. In diretta con Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico, Ermete Realacci, della Commissione ambiente della Camera dei deputati, e Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, su Rai 3 "Ambiente Italia" tra le 12.55 e le 13.55, per ragionare sulla fragilità del territorio italiano davanti all'estremizzazione dei fenomeni meteorologici. 
♢ ♢ ♢
Sabato 4 febbraio al Giglio lo spettro è ora una possibile emergenza idrica, a causa del naufragio della Concordia. Il dissalatore che fornisce acqua potabile agli isolani è tenuto d'occhio dall'Arpat e dall'Ispra. Mentre gli olandesi della Smit Salvage che devono svuotare i serbatoi della nave dall'olio pesante sono costretti a restare sul molo dal mare grosso e dal vento di grecale. Il reportage in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 28 gennaio ancora sull'Isola del Giglio, dove comincia il debunkering della Concordia. L'aspirazione delle 2300 tonnellate di carburante dalle cisterne del transatlantico è affidata ad una delle prime società al mondo nel recupero di idrocarburi dai relitti affondati. In ballo la salvaguardia dell'intero ecosistema marino dell'Arcipelago Toscano, e il futuro del Parco nazionale attaccato frontalmente dal sindaco del Giglio che aveva sollecitato gli "inchini" all'isola dalle navi Costa Crociere. I reportages in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 21 gennaio sull'Isola del Giglio, davanti al relitto della Costa Concordia. Le ricerche dei dispersi, il rischio del disastro ecologico e le condizioni meteo marine in netto peggioramento, sotto i riflettori dei quattro angoli del mondo. Con le telecamere di "Ambiente Italia" farò il punto sul più grande naufragio degli ultimi decenni nel Mediterraneo. Testimonianze ed esperti al lavoro in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3
♢ ♢ ♢
Sabato 14 gennaio a Selinunte, in provincia di Trapani con Vittorio Sgarbi. Bisogna ricostruire il più grande tempio greco del Mediterraneo, distrutto da un terremoto duemila e cinquecento anni fa? La proposta è stata avanzata da Valerio Massimo Manfredi ed è sostenuta dalla Provincia di Trapani e dalla Regione Sicilia. Contrari molti archeologi, a cominciare dall'ex direttore della Normale di Pisa, Salvatore Settis. Prudente la direttrice del Parco archeologico di Selinunte istituito un anno fa. L'inchiesta è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 7 gennaio sull'Isola d'Elba con Mario Tozzi. A quindici anni dall'istituzione dell'area protetta e a venti dalla legge istitutiva dei parchi nazionali faccio un bilancio sul Parco dell'Arcipelago toscano, fra i più contrastati da cacciatori e cementieri. Un giro d'orizzonte sui problemi risolti e sulle questioni ancora aperte col presidente uscente del parco. Partendo dalle piaghe evidenziate dall'ultima alluvione a Marina di Campo. Il reportage è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 31 dicembre a Nocera Superiore, in provincia di Salerno. L'esperienza vincente di una fabbrica che ricicla il cartone da macero abbandonato nelle strade della Campania. Fornendo gli imballaggi ai produttori di pasta e pomodori, sta trainando un'intera filiera della green economy. Il reportage è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 24 dicembre a Saponara e Barcellona Pozzo di Gotto, sul versante tirrenico della provincia di Messina. A un mese dall'alluvione che fece tre vittime, racconto dei mille sfollati e di una difficile ricostruzione in un territorio geologicamente fragile e con un'edificazione sfrenata. Lungo corsi d'acqua cementificati e versanti franosi. Il reportage è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 3 dicembre in provincia di Reggio Calabria, a Saline Joniche. Qui è progettata una grande centrale a carbone a ridosso delle coltivazioni di bergamotto. Alterando il microclima, scomparirebbe l'unico luogo al mondo dove fa frutti questo agrume, utilizzato in cosmetica e in medicina. Con 11 chili di oli essenziali di bergamotto a metà degli anni Sessanta si comprava una Fiat 500. Poi la crisi ventennale, da tre anni la rinascita. Il reportage è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 26 novembre in provincia di Messina, a Saponara e Barcellona Pozzo di Gotto, sui luoghi dell'alluvione di mercoledì 23 novembre. Qui hanno perso la vita 3 persone, fra cui un bambino di 10 anni. E le opere di prevenzione restano inutilizzati. Il collegamento diretto è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 19 novembre in provincia di Roma per capire dove finiranno i rifiuti della capitale. Da Riano a Corcolle, un viaggio nei luoghi che dovrebbero ospitare la spazzatura romana, loro malgrado. Sullo sfondo le proteste dei cittadini e le attività imprenditoriali dell'avvocato Manlio Cerroni, proprietario di Malagrotta: ha già comprato anche le cave di Riano per metterci lì i rifiuti quando, a fine anno, la più grande discarica d'Europa dovrà chiudere i battenti. L'inchiesta è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia".
♢ ♢ ♢
Sabato 12 novembre in Toscana, ad Aulla lungo il Magra. Il reportage sui luoghi dell'alluvione di questi giorni e su quanto sta capitando in Lunigiana è in onda tra le 12.55 e le 13.55 su Rai 3 "Ambiente Italia". La trasmissione, in diretta da Genova, fa gli ultimi aggiornamenti sui disastri idrogeologici del nostro paese, con inchieste e interviste.

Nessun commento:

Posta un commento